Chi Siamo - Mission

La finalità principale di "Soteria" è quella di promuovere il maggior livello di benessere possibile per i propri Ospiti.
Il benessere a cui ci si riferisce non è da intendersi come assenza di malattia ma come tutela e promozione delle autonomie, delle risorse e potenzialità degli Ospiti, nelle diverse aree fisico-sanitaria, psicologica e sociale.

Alcune linee guida derivanti dalla mission sono:

  • umanizzazione del servizio, con la preoccupazione di adeguarlo in tutte le sue esplicazioni ai ritmi e ai modi di una esistenza normale
  • valorizzazione degli interessi di ciascun ospite e delle sue capacità fisiche e mentali, tentando sempre di promuoverne l'espressione pratica nella vita di ogni giorno
  • volontà generale di soddisfare le richieste specifiche e generali degli ospiti, a meno che non contrastino con il buon andamento della struttura, con la libertà degli Ospiti e con l'impossibilità pratica di realizzarle

Da queste linee guida derivano, dei comportamenti e degli atteggiamenti che ciascun operatore deve avere ben presente e mettere in pratica nelle attività e nel lavoro individuale e collettivo:

  • limitazione della contenzione, intesa in senso generale come limitazione della libertà di movimento, tentando di mettere in pratica tutte le strategie possibili per far muovere l'ospite liberamente
  • instaurazione di un rapporto paritario con l'ospite, informandolo sempre delle decisioni nuove a cui dovrà attenersi, cercando quando possibile di fargli esprimere prima la sua opinione
  • attenta analisi e comprensione dei problemi comportamentali che dovessero sorgere nell'ospite, nel tentativo di adottare delle strategie alternative prima dell'intervento del medico con terapie farmacologiche
  • alzata da riservare a tutti gli Ospiti, a meno che non ci siano problemi sanitari tali che la impediscano. Valutazione congiunta della possibilità di interventi non sostitutivi, ma di sostegno per Ospiti meno gravi;
  • accompagnamento degli Ospiti in sala da pranzo, e non nelle camere, per la consumazione dei pasti. Impedimenti a ciò vanno decisi in èquipe;
  • valorizzazione del momento del pasto, tenendo conto sia delle esigenze e dei gusti personali di ciascuno, sia di un'alimentazione corretta e sufficiente. Anche il momento dei pasti rientra fra quelli chiave per una applicazione concreta del principio di valorizzazione delle capacità funzionali
  • libertà di movimento degli Ospiti all'interno e all'esterno della Casa, e accompagnamento degli Ospiti con problemi di orientamento; tale principio di libertà si applica anche ai familiari, a meno che la loro presenza non impedisca lo svolgersi del lavoro degli operatori ed il rispetto della privacy degli Ospiti stessi
  • adeguamento, per quanto possibile, ai gusti personali nella scelta dei vestiti per gli Ospiti
  • coinvolgimento del personale, e se necessario anche dei familiari, negli eventuali spostamenti (nelle camere, in sala da pranzo, ecc...) all'interno della struttura
  • collaborazione con i familiari degli Ospiti, intesi come interlocutori attivi e non come impedimento all'operare. Sono da coinvolgere direttamente o indirettamente in merito agli interventi decisi per il loro familiare
  • promozione, mantenimento e/o recupero della mobilità di ogni ospite, da discutere e decidere in equipe soprattutto dopo episodi che hanno causato un regresso dell'ospite. La lista delle persone la cui mobilità va tutelata, promossa e recuperata acquista quindi un significato ben definito, orientato ad un risultato condiviso e non basato sull'iniziativa personale
  • mantenimento dell'uso degli sfinteri e, se possibile, dopo analisi medica, anche recupero di queste funzioni con eliminazione del pannolone. Chiaramente, come per ciascun intervento, l'azione del personale di assistenza deve essere mirata e ben definita nel tempo per poterne misurare l'efficacia
  • trattamento delle piaghe da decubito con particolare attenzione alle posture e agli spostamenti degli Ospiti
  • costruzione di un clima sereno per gli Ospiti all'interno della Casa, agendo in maniera tollerante, comprensiva e paziente nei loro confronti
  • creazione di occasioni di socialità nella comunità locale, favorendo sia l'ingresso di persone esterne per visite o per attività, sia l'uscita degli Ospiti in qualsiasi occasione essa sia possibile, soprattutto quando questo corrisponda ai desideri dell'ospite stesso
  • partecipazione degli Ospiti ai momenti interni di vita religiosa, in particolare quando siano gli stessi Ospiti ad averne desiderio
  • sono attivate, soprattutto per gli ospiti del nucleo disabili momenti di collegamento con il territorio

Dalle stesse linee guida derivano anche delle attenzioni della direzione verso i dipendenti e più in generale verso tutte le risorse umane che a vario titolo lavorano nella Casa:

  • permettere che tutti possano esprimere la loro professionalità in maniera personale, favorendo il dialogo e l'apporto particolare di ciascuno, facendo emergere anche l'opinione di chi solitamente tende a non esprimersi
  • cercare di andare incontro alle esigenze particolari di ciascuno, a meno che non contrastino con il buon andamento del servizio
  • stimolare atti positivi fra operatori e soprattutto lealtà reciproca, con la volontà precisa di costruire e rafforzare lo spirito di squadra
  • favorire l'integrazione fra le varie figure professionali dei diversi servizi, attraverso la metodologia del lavoro per progetti
Personale amministrativo Benessere degli ospiti
  • Casa di soggiorno per anziani Soteria
  • via G. Marconi 22
  • 32030 Seren Del Grappa (BL)

  • telefono: 0439-44380
  • email: info@soteria.it

  • P.IVA: 00567390257